Lucia Borsellino Malattia

Spargi l'amore
Lucia Borsellino Malattia
Lucia Borsellino Malattia

Lucia Borsellino Malattia – Agnese Piraino Leto, che aveva 71 anni quando è venuta a mancare l’8 maggio 2013, non è più con noi. Secondo alcuni resoconti, la moglie di Paolo Borsellino sarebbe morta di cancro allo stomaco, tuttavia le cronache ufficiali menzionano solo che ebbe una lunga malattia. La sua messa funebre si è svolta nella basilica di S.

Luisa di Marillac, dove aveva già salutato il marito prima della sua morte nella tragedia di Via D’Amelio. Nella biografia della moglie di Borsellino c’era un magistrato nato e cresciuto. Agnese Piraino Leto nasce a Palermo nel 1941; suo padre era il giudice più in vista della città e presidente del tribunale del capoluogo siciliano.

Un giovane apprendista attira la sua attenzione, e lui e il suo futuro sposo si innamorano in questo scenario, pieno di ricordi della guerra contro la mafia. Nel 1968, Paolo Borsellino si sposò con sua moglie. Manfredi, Lucia e Fiammetta erano i loro tre figli. Il loro amore è stato così totale che Agnese ha rinunciato a tutto per la famiglia ed è stata una roccia per il giudice antimafia durante tutta la sua breve ma fruttuosa carriera.

Nel giorno della tragedia di Via D’Amelio, nel luglio 1992, il gruppo ha condiviso insieme a tavola l’ultimo pranzo, continuando un rito che li aveva legati per generazioni. Invece è diventata un grande esempio di coraggio fondando l’associazione Paolo Borsellino, attiva ancora oggi e che continua la sua attività nella lotta alla mafia e nella tutela delle vittime della criminalità organizzata.

La moglie del giudice ha scritto un’autobiografia intitolata “Ti racconterò tutte le storie che posso” poco prima che morisse. In esso descrive la vita amorosa che ha condiviso con il suo defunto marito e i loro figli nel loro appartamento di via Cilea a Palermo. Una foto del suo defunto marito, Paolo Borsellino, era nelle mani di Agnese Piraino Leto quando è morta.

La moderna progenie di Paolo Borsellino

Lucia, oggi 54 anni, Manfredi, ora 52, e Fiammetta, ora 51, sono i tre figli di Paolo Borsellino e Agnese Piraino Leto. La prima delle tre è nata il 26 settembre 1969 e si è laureata in farmacia dopo aver terminato il liceo. Lucia Borsellino, prima figlia del padre, è oggi direttore generale dell’assessorato regionale alla sanità in Sicilia insieme a Massimo Russo, con cui il padre aveva lavorato in passato. Si avanza in politica assumendo la carica di assessore regionale alla sanità.

Lucia Borsellino è una madre felicemente sposata di due ragazze. Dopo la laurea in giurisprudenza, Manfredi Borsellino entra in questura, prima a Cefalù e poi a Mondello, dove raggiunge la carica di commissario. Da allora, è stata conosciuta come la vedova nazionale, ma non si è mai lasciata abbattere dal titolo.

Lucia Borsellino Malattia

Fiammetta Borsellino è la terza figlia di Paolo Borsellino; è laureata in giurisprudenza e in precedenza ha lavorato come dirigente nella pubblica amministrazione per il Comune di Palermo. Ha due figlie e funge da portavoce della famiglia per i Borsellino. Oltre a quanto vi abbiamo già detto, tutti e tre i figli di Paolo Borsellino sono attivamente impegnati nell’attività della Fondazione che porta il nome del padre.

Il futuro è in questo luogo, diceva Fiammetta Borsellino.

Fiammetta Borsellino, madre single di due bambini piccoli, ogni mattina esce di casa con la mascherina per accompagnare le figlie Felicita, 10 anni, e Futura, 7, alla scuola Steiner, dimostrandogli che «anche in una realtà complessa come Palermo, esiste» mentre le regioni d’Italia diventano sempre più rosse e il totale dei contagi supera il milione.

È quasi estate nel quartiere della Kalsa a novembre, non lontano dalla casa dove il 19 gennaio 1940 è nato suo padre Paolo. Nonostante i terribili eventi del 19 luglio 1992 in via D’Amelio, non ha mai pensato di lasciare questa città. Papà aveva un affetto profondo e duraturo per questa città. All’inizio non gli piaceva, motivo per cui, affermò, alla fine arrivò ad amarlo così profondamente.

Cosa fa con il suo tempo? Non puoi uscire la sera a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. Tra lezioni, prove ed esibizioni, gli orari delle ragazze sono fitti ogni giorno. Abbiamo iniziato a riorganizzare le cose. Io e mio marito vorremmo continuare a trascorrere il fine settimana nella nostra “oasi di benessere” nei boschi fuori Cefalù. Il virus ti rende nervoso? Sono un pignolo per la decenza e il fair play.

Diverse persone che conosciamo si sono ammalate di recente, ma per fortuna nessuno è deceduto. Gli eventi della vita forti e terribili mi hanno dato una serenità di fondo. Ognuno ha la propria esperienza con la morte. Così come le famiglie dei malati di Covid impossibilitati ad arrivare in ospedale non possono salutarli, così anche lei non ha potuto salutare suo padre».

Se quel luglio non fossi stata in vacanza in Indonesia con la famiglia di amici 19, sarei andato con mio padre a trovare mia nonna in via D’Amelio, subito dopo il mare, e lì sarei morto”, racconta il ragazzo. Invece, ho ricevuto una telefonata che mi informava della sua scomparsa. Per questo motivo, ho compassione per chbambini che guardano i genitori partire senza avere la possibilità di salutarli.

Per non parlare del fatto che mio padre aveva 52 anni, quindi non avevamo molto da passare insieme. È un dolore che sento ancora adesso; Lo sto vivendo con mia sorella Lucia, che attualmente risiede a Roma. A causa delle sue condizioni e dell’immunosoppressione, non posso essere in sua presenza. Dopo molti mesi, finalmente l’ho raggiunta a settembre; andare in giro è ancora più una seccatura ora di quanto non lo fosse allora.

Qual è la tua prospettiva sulla morte?Quando ero bambino, lei si unì alla nostra famiglia e da allora è rimasta. L’aver assistito alla morte di amici, colleghi e colleghi giornalisti di mio padre mentre era nella scorta ha reso questa mia preoccupazione costante. Ho anche preso a cuore il consiglio di mio padre che devi continuare a vivere. Tutti noi sperimentiamo la paura a volte, ma lasciare che ci paralizzi non è un’opzione.

Lucia Borsellino Malattia
Lucia Borsellino Malattia

Leave a Comment

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ad Blocker rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!