Figlia Di Rita Pavone

Spargi l'amore
Figlia Di Rita Pavone
Figlia Di Rita Pavone

Figlia Di Rita Pavone – La cantante e attrice italo-svizzera Rita Pavone, nata il 23 agosto 1945, è stata un grande successo negli anni ’60. Era chiamata la “Zanzara di Torino” e “Pel di carota” pelo rosso per la sua capillare diffusione. Canta in una gamma di soprano ed è una delle sole otto cantanti pop italiane a entrare nella top 40 del Regno Unito. I suoi album sono stati pubblicati in tutto il mondo e ha registrato in sette lingue. Ha collezionato circa 50 milioni di album venduti a livello globale.

Quando si parla di spettacolo italiano, Rita Pavone è una vera montagna. È una figura importante nel passato e nel presente della musica italiana, avendo contribuito a gettare le basi per lo stile che tutti conosciamo e amiamo. La sua vita professionale ha molto da insegnare e condividere, ma l’arrivo dei suoi due figli ha cambiato irrimediabilmente il corso del suo viaggio. Ci sono alcuni aggiornamenti sulla vita personale di Rita Pavone che potremmo fornire.

È sposata con il produttore discografico Teddy Reno dal 1968, come è ben documentato. È passato più di mezzo secolo da quando questa coppia si è sposata e in quel periodo sono nati loro due figli. Torino italiana è il luogo della sua nascita. Ha partecipato al primo Festival degli Sconosciuti Festival degli Ignoti, un concorso di canto per dilettanti, nel 1962, e ha vinto. Dopo l’uscita del suo album omonimo nel 1963, che conteneva il brano di grande successo La Partita di Pallone:

The Soccer Game, divenne un successo nazionale alla giovane età di 17 anni e, poco dopo, ricevette il plauso internazionale. Dopo aver venduto oltre un milione di copie, La Partita di Pallone è stato certificato disco d’oro. Nel 1963, la sua versione di Cuore, che si traduce in Cuore, ha venduto un milione di copie ed è stata in cima alle classifiche italiane per nove settimane. Il suo disco in lingua inglese Remember Me, accompagnato dalla canzone Just Once More fu un successo in Nord America durante l’estate del 1964.

In Nord America, il singolo raggiunse la posizione 26 nella Billboard Hot 100, mentre in Canada, è salito al numero 16. Come ospite musicale regolare all’Ed Sullivan Show dal 1965 al 1970, Pavone fece il suo debutto nello show quell’anno. Nel frattempo, è diventata un’adolescente idol in Spagna, dove ha ottenuto numerosi successi sia con ballate che con canzoni rock. Il suo successo in Spagna è stato così senza precedenti che è stato notato in un programma televisivo spagnolo del 2005.

Ha condiviso il palco con artisti del calibro di Ella Fitzgerald, Tom Jones, Duke Ellington, Paul Anka e Diana Ross and the Supremes negli Stati Uniti. Si è anche esibita alla prestigiosa Carnegie Hall di New York. La leggenda narra che abbia incontrato Elvis Presley in uno studio di registrazione di Memphis dove i due si sono trovati così bene che Presley ha dipinto la sua somiglianza. Ci sono anche voci secondo cui lei e Barbra Streisand hanno registrato un duetto anche se non sono state provate.

Tuttavia, c’è una ripresa interna di Pavone e Streisand che è stata probabilmente scattata a New York City nel maggio del 1964. Dopo essere tornata in Italia, Pavone ha iniziato la sua carriera di attrice, apparendo in cinque film e spettacoli tra cui Giornalino di Gian Burrasca Alta Pressione, Stasera Rita e Studio Uno. Il programma televisivo del 1982 Come Alice, in cui è apparsa, è stato un enorme successo in Italia.

Clementine Cherie 1963 Rita, la Figlia Americana 1965, Rita La Zanzara 1966, Non Stuzzicate la Zanzara 1967, Little Rita nel West 1968 e La Feldmarescialla 1968 sono i sei film in cui Rita Pavone ha interpretato il ruolo principale per tutti gli anni ’60. Lina Wertmüller ha diretto sia i film di Zanzara che Giornalino di Gian Burrasca nel 1965. I suoi film sono stati realizzati pensando a un gruppo demografico di adolescenti e mancavano di merito artistico, sebbene da allora abbiano sviluppato un seguito di culto.

Allo stesso modo, nel 1966 e nel 1967, Pavone godette di ampi consensi nel Regno Unito. Due dei suoi singoli furono pubblicati dalla RCA Victor, ed entrambi divennero dei successi: Heart raggiunse il numero 27 della UK Singles Chart e You Only You raggiunse il numero 21. In questo periodo fece anche un’apparizione al London Palladium. Ha anche cantato Try It And See, una canzone scritta da Andrew Lloyd Webber che è stata successivamente riproposta come “King Herod’s Song” nell’opera rock Jesus Christ Superstar.

Figlia Di Rita Pavone

Pavone si è sposata con Teddy Reno in Svizzera nel 1968. Lei gli attribuisce il merito di aver scoperto la sua abilità e di aver organizzato il primo concorso di canto che ha vinto, ma il loro matrimonio ha generato uno scandalo in Italia perché era ancora legalmente sposato con la sua prima moglie, Livia Protti, e il paese non ha avuto uno statuto di divorzio fino al 1970. Hanno avuto il loro secondo matrimonio in Italia nel 1971, ei loro figli Alessandro sono nati nel 1969 e Giorgio è nato nel 1974.

Alcuni dei film comici in cui Pavone è apparso negli anni ’80 sono 2 sul Pianerottolo Risate in Salotto e Santarellina. Nel 1992, Pavone è tornato negli Stati Uniti e si è esibito all’hotel Sands di Atlantic City insieme a Whitney Houston, Frank Sinatra il Bolshoi Ballet e Cher. Alla fine ha provato a recitare in una produzione teatrale di un’opera di William Shakespeare. Si è esibita in Dade Auditori a Miami in Florida nel 2002. Il protagonista di Nine Queens un film argentino trascorre l’intero film cercando di canticchiare sulle note di Il Ballo del Mattone una canzone di Rita Pavone che suona nei titoli di coda.

Nelle elezioni nazionali italiane del 2006, Pavone si candidò al Senato. Si è candidata come membro del partito di centrodestra Per l’Italia nel Mondo, guidato dal ministro Mirko Tremaglia. Ha eseguito Niente Resilienza 74 al Festival di Sanremo 2020. Pavone e suo marito Reno si sono recentemente trasferiti nel cantone svizzero del Ticino. Uno dei loro figli Alessandro fa un programma radiofonico, e un altro, Giorgio, è una rockstar. Nel 1969, Arrivederci Hans di Rita Pavone vendette 800.000 copie in Germania, diventando così l’album in lingua italiana più venduto di tutti i tempi nel paese.

Dopo un’introduzione nel 1963 tramite l’EP 45 giri Coeur prodotto da Barclay e la canzone Clementine Cherie che sarà il tema principale dell’omonimo film francese Rita Pavone sale in vetta alle classifiche francesi nel 1972, approdando al secondo posto best seller con Bonjour la France La suggestione pezzo scritto per lei da Claudio Baglioni che vende solo in Francia 650.000 copie e apre le porte del teatro Olympia. Si tratta dei figli della celebre coppia, Alessandro e Giorgio Merk Ricordi.

Di loro si sa poco perché innanzitutto, i ragazzi hanno sempre cercato di mettersi un po’ di spazio tra loro e lo spettacolo che tanto per cominciare non è il loro mondo. La madre ha due figli entrambi risiedono attualmente in Svizzera, anche se in città diverse. Attualmente, Giorgio chiama Zurigo casa mentre suo fratello Alessandro chiama Ginevra il suo nuovo terreno calpestato. In particolare, apprendiamo che Alessandro fa il giornalista nella grande metropoli svizzera, professione che sembra fare al caso suo e nella quale evidentemente eccelle.

Giorgio, a differenza del fratello, ha scelto di continuare le orme professionali dei genitori. Giorgio infatti segue le orme di entrambi i suoi genitori, anch’essi tipi creativi. Sappiamo anche che questo stesso giovane ha contribuito a mantenere la sua famiglia lavorando per i suoi genitori e scrivendo diverse canzoni che sono state pubblicate come successi. Tra questi Senza dubbio nulla, che ha segnato il ritorno di Pavone al festival di Sanremo dopo una lunga assenza. Non si sa molto della loro vita personale perché sono sempre stati persone riservate che evitano le luci della ribalta.

Tuttavia, è risaputo che Alessandro risiede a Ginevra e Giorgio a Zurigo, e che entrambi gli uomini sono profondamente impegnati nel loro lavoro. Il figlio maggiore è giornalista per una televisione svizzera; è caporedattore dell’emittente e coordinatore della redazione web di Rsi per l’attualità nazionale. Rita Pavone ha ripetutamente affermato di avere uno stretto rapporto con entrambi i bambini. Anche se i miei due figli ora sono adulti con la propria vita, lei ha espresso la stessa cosa: questo momento della mia vita mi ha portato la gioia di riconnettermi con loro.

La scena è stata sbalorditiva e indimenticabile. Poco si sa del passato di Teddy Reno, ma è figlio di una nobile famiglia austro-ungarica e di una donna ebrea. Durante la seconda guerra mondiale la madre e la famiglia fuggirono da Trieste a causa delle persecuzioni razziali commesse dai tedeschi. Alla fine hanno trovato sicurezza a Milano Marittima, dove sua madre ha usato un’identità fittizia per nascondersi con i suoi figli. Ecco perché Teddy Reno, il cui nome di nascita era Ferruccio Merk ma che divenne noto come Reno, adottò il cognome italiano Ricordi.

Figlia Di Rita Pavone
Figlia Di Rita Pavone

Leave a Comment

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ad Blocker rilevato!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci. Supportaci disabilitando questo blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!